Come raccogliere un campione di terreno da analizzare

Siete qui: Home / Come raccogliere un campione di terreno da analizzare

Conoscere i propri terreni è indispensabile per raggiungere i più alti obiettivi di resa, qualità e redditività di una tartufaia, sia essa esistente o di futuro impianto. Le piante che noi oggi coltiviamo possiedono straordinarie potenzialità produttive e qualitative pertanto l’analisi del terreno è uno dei fattori fondamentali per la buona riuscita della tartufaia. Vi invitiamo a rispettare scrupolosamente le indicazioni fornite, infatti se il campionamento del terreno sarà eseguito in modo corretto, i dati di laboratorio saranno rappresentativi della situazione di campo.

 

IL MATERIALE PER IL CAMPIONAMENTO

Per la raccolta del campione di terreno suggeriamo una metodica semplice, che non richiede l’utilizzo di particolari strumenti.

Dovreste avere a disposizione:

  • una vanga o un badile
  • un secchio (pulito) per raccogliere e miscelare il terreno,  oppure un telo
  • uno o più sacchetti di plastica (40X60) per introdurvi il/i campioni di terreno
  • Etichette o pennarello
  • Scatola di cartone per inserire il sacchetto da spedire  o per il ritiro con nostro corriere

 

L’IMPORTANZA DEL CAMPIONAMENTO: IL NUMERO E LA POSIZIONE DEI SOTTO CAMPIONI

Affinché i dati delle analisi abbiano valore, occorre che il campione di terreno raccolto rappresenti la superficie complessiva del campo prescelto.

Per  prelevare il terreno il procedimento è il seguente:

  • Si prelevano 3-4 sotto campioni che vanno poi miscelati, il punto di prelievo di ogni singolo sotto-campione va scelto evitando le eventuali zone anomale ed i bordi dell’appezzamento, concentrandoci nella parte medio-centrale della particella.
  • Per prelevare il primo sotto campione si inizia scavando una buca, si raccomanda di eliminare innanzitutto la parte più superficiale 10-15 cm, ricca di radici pietre o stocchi troppo grandi, e prelevare 3-4 manciate di terra a circa 15-30 cm di profondità, eliminando solo i sassi troppo grandi  (In caso di terreno ricchi di sassi, anche grossi, si raccomanda di inviarne separatamente un campione  in una busta sempre di plastica).
  • Dopo aver raccolto il primo sotto campione ci si sposta verso un’altra zona, si raccoglie il secondo e così via.
  • Una volta raccolti i 3-4 sottto campioni occorrerà miscelare accuratamente tutto il terreno raccolto sul telo o nel secchio ed una volta miscelati i sotto campioni, si preleverà una quantità di terreno pari ad 1-1,5 kg mettendola in un sacchetto, che andrà spedita al laboratorio per le analisi.

 

MISCELAZIONE DEI SOTTO-CAMPIONI

terreno

 

CONSERVAZIONE E SPEDIZIONE DEL CAMPIONE

Il sacchetto contenente il campione va messo quindi in una scatola di cartone ben chiusa con lo scotch e il tutto va conservato in frigo fino all’arrivo del corriere per il ritiro (nel caso il ritiro lo organizziamo noi),  oppure va spedito all’indirizzo che vi verrà da noi indicato.

 

IN CASO DI PIÙ TERRENI DA ANALIZZARE

Nel caso i terreni da analizzare siano più di uno, è necessario ripetere i passaggi sopra elencati per ogni terreno,

E’ importante mettere un’etichetta col nome del terreno (o scrivere il nome con un pennarello indelebile), che identifichi ogni sacchetto. In seguito il nome indicato sarà inserito nel rapporto del laboratorio così tecnico o il proprietario li identificheranno agevolmente durante le fasi successive.

Si consiglia una volta spediti i campioni di terreno di comunicare al tecnico i nomi dei vari sacchetti e se fosse possibile anche il punto GPS relativo (condividendo la posizione via Watsapp oppure con Google).